loader

News

Utilizzo delle faccette in ceramica nella correzione estetica del sorriso e nel restauro della sostanza dentale usurata

9 ottobre 2015 | Postato in News

Le faccette in ceramica si stanno rivelando uno strumento terapeutico estremamente utile ed efficace nel rispondere alle richieste estetiche dei pazienti di ogni età.

Questo metodo, minimamente invasivo, è infatti in grado di risolvere le problematiche estetiche dei denti del gruppo frontale, ottenendo cosi, non solo, un miglioramento dell’estetica del sorriso, ma anche un rinforzo definitivo della struttura dentale dei denti usurati. (vedi Foto da 1 a 9).

Ecco di seguito alcuni recenti esempi, di trattamento con faccette in ceramica, di uno o più denti, in pazienti giovani ed in quelli in età più matura, con controlli anche a distanza di anni.

Foto 1. Sorriso della paziente con alterazioni cromatiche e morfologiche degli incisivi superiori.

caso 2.1

 Foto 2. Particolare degli incisivi superiori.

caso 2.2

Foto 3.   Sorriso a distanza di un anno dall’applicazione di quattro faccette in ceramica.

caso 2.3

 Foto 4. Ottimo risultato estetico e parodontale nel controllo a distanza.

caso 2.4

Foto 5.   La paziente richiedeva una correzione del colore e della forma degli incisivi superiori.

caso 3.1

 Foto 6. Particolare endorale.

caso 3.2

Foto 7. Sorriso soddisfatto della paziente dopo la cementazione di quattro faccette in ceramica.

caso 3.3

Foto 8.  Foto endorale con controllo a circa due anni.

caso 3.4

Foto 9. La paziente desiderava oltre alla correzione del colore, un rinforzo degli incisivi

superiori che appaiono molto sottili ed usurati, infatti il margine incisale è trasparente.

foto 1

Foto 10. Soluzione del caso con quattro faccette in ceramica,

ed ottimo risultato estetico e  funzionale a distanza di cinque anni.

foto 2

Congresso Europerio 8 a Londra

23 giugno 2015 | Postato in News

Attestato Congresso jpg

 

Il Dott. Pezzo ha partecipato, nella prima settimana di giugno, presso l’Excel Arena di Londra, nella suggestiva area dei DOCKS, lungo il Tamigi, ad uno dei più prestigiosi Congressi di Parodontologia ( la scienza che si occupa delle malattie gengivali e della salute della bocca e del paziente) : EUROPERIO 8.

L’alto valore clinico e scientifico dei relatori e la qualità degli argomenti di aggiornamento professionale affrontati, ne hanno decretato il grande successo, con la presenza record di circa 10.000 partecipanti, provenienti da tutto il mondo.

E’ stato stilato un “Manifesto” finale, allegato, che ha ribadito il legame fra la malattia parodontale ( l’infiammazione delle gengive) e la salute generale dell’organismo, sottolineando, scientificamente, la stretta correlazione con l’insorgenza di problemi vascolari, aterosclerosi e diabete.

Di qui l’importanza di motivare il paziente alla salute e alla cura della bocca, allo scopo di prevenire tali gravi malattie sistemiche, mediante controlli periodici, sedute di igiene professionale ed accurata igiene orale domiciliare.

Il Dott. Pezzo ha, inoltre, avuto conferma di quanto da lui sostenuto negli anni, vale a dire l’importanza del recupero del dente naturale, anche ricorrendo a tecniche sofisticate, anziché procedere all’estrazione ed applicazione di un impianto. Gli impianti si devono utilizzare solo quando il dente è realmente irrecuperabile o quando la cresta ossea è già edentula.

La partecipazione a questo importante Congresso ha reso possibile l’incontro e il confronto con altri professionisti e la conferma della validità delle tecniche applicate nello studio del Dott. Pezzo.

Europerio EFP_manifesto_full_version

L’Aperitivo Sbiancamento in Studio

21 aprile 2015 | Postato in News

0102030405

 

NEWS

Nei giorni scorsi si è tenuto presso il nostro studio, il primo “APERITIVO SBIANCAMENTO”, abbiamo cioè cercato di coniugare l’aspetto ludico con una presentazione scientifica, da parte di un’azienda leader del mercato, di un nuovo trattamento sbiancante dentale.
Durante la serata sono state sottolineate le cause e le sostanze che portano ad una graduale pigmentazione dello smalto dentale ed il meccanismo d’azione delle sostanze sbiancanti.
Alla fine del piacevole incontro sono stati omaggiati ai partecipanti alcuni trattamenti sbiancanti domiciliari.
Un bel sorriso con ottima salute gengivale, denti ben curati e bianchi trasmette positività, sicurezza e giovinezza.

Breve accenno storico:
Lo sbiancamento esiste da oltre 2000 anni e già nell’antichità si cercò di schiarire i denti, come ad esempio con l’urina umana e animale, con il succo di limone, con l’acido ossalico, con il cloruro di calcio e acido acetico, ma soltanto in tempi recenti sono stati messi a disposizione prodotti efficaci, privi di rischio e facilmente applicabili per ottenere i risultati che desideriamo avere da anni sui nostri denti.

Spesso i pazienti ci chiedono:
• Perché si macchiano i denti?
• Quali sono i rischi e gli effetti collaterali?
• Come funziona lo sbiancamento e come posso avere denti bianchi e lucidi?
• E’ vero che ci sono bevande e cibi che contribuiscono alla pigmentazione dei denti, come ad esempio caffè, sigarette, thè, vino rosso, coca cola, pomodoro etc?

A tutte queste domande sono state date esaurienti spiegazioni scientifiche durante la presentazione.
E allora come funziona lo sbiancamento?
I radicali d’ossigeno migrano attraverso i prismi dello smalto rompendo le molecole cromogene, che sono all’origine della discromia, permettendo a queste sottili molecole di diffondere in tutte le direzioni in modo da schiarire l’intero dente.

Quali sono i rischi con uno sbiancamento?
• Non ci sono controindicazioni allo sbiancamento;
• Nessun danneggiamento, né di smalto, né di dentina e tanto meno di polpa e gengive;
• E’ stato dimostrato, da recenti studi, che lo sbiancamento può addirittura rafforzare lo smalto grazie alla presenza di fluoro.

Ci è stato anche chiesto:
Quali sono gli effetti dello sbiancamento sui materiali da restauro?
I compositi e i materiali da rivestimento non subiscono variazioni cromatiche, solitamente si attendono almeno 3-4 settimane per il ripristino dei vecchi restauri.

NESSUN EFFETTO COLLATERALE.

Quanto dura l’effetto di uno sbiancamento?
Dipende dalle abitudini alimentari e dalle sedute d’igiene professionale,comunque , in media, un anno .
Dove e come lo faccio ?
Solo presso uno studio odontoiatrico qualificato:
Protocollo:
1- Accurata visita (necessaria prima di iniziare questo tipo di trattamento ed eventuali cure conservative);
2- Detersione professionale delle superfici dentarie e delle gengive (seduta di igiene);
3- Trattamento sbiancante individualizzato, completo, adeguato e delicato;
4- Consulenza e assistenza professionale per tutta la durata del trattamento.

seguito da sbiancamento Professionale Domiciliare con mascherina personalizzata o pre-caricata
Vi abbiamo incuriositi? Speriamo di si!
Per maggiori informazioni siamo a disposizione sui nostri social network, o nel nostro studio, saremo lieti di darvi tutte le informazioni che desiderate ed un appuntamento per una consulenza.

Grazie a tutti e alla prossima NEWS!

20150324_173924

Profilassi e terapia della periimplantite

13 marzo 2015 | Postato in News

La grande diffusione dell’utilizzo di impianti dentali per la sostituzione di denti mancanti e la loro efficacia clinica nel tempo ha portato, talvolta, molti pazienti a preferire l’estrazione di elementi dentali, potenzialmente recuperabili, ed alla loro sostituzione con degli impianti. (leggi tutto…)

Nuova pubblicazione su “Regeneration Focus”

12 dicembre 2014 | Postato in News

Sul sito scientifico “Regeneration Focus” è stato recentemente pubblicato un Case Report scritto dal Dott. Pezzo. (leggi tutto…)

Benvenuto nel nostro nuovo sito

3 ottobre 2014 | Postato in News

E’ online il nuovo sito web dello Studio del Dott. Fausto Pezzo realizzato dall’agenzia di comunicazione Maurizio Guermandi & Associati, in collaborazione con Pd For – Consulenza Direzionale. (leggi tutto…)

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici di terze parti ma nessun cookie di profilazione.  Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi